Marketing virale a pochi soldi: il caso Fargo Brewing

Quando il pack, abbraccia la solidarietà e diventa virale (portando notorietà)

Quanto può essere forte il marketing? E quanto bisogna investire per avere benefici come la notorietà? A volte poco, se si ha l’idea giusta.

Le birre della FARGO BREWING COMPANY prodotte per la lodevole iniziativa
Credits: Facebook/Fargo Brewing Company

Oggi vi parlo del caso Fargo Brewing Company, società che produce birra che ha avuto una bellissima idea.

Stavo guidando ieri sera, e ho sentito la notizia alla radio, arrivato a casa mi collego a internet e trovo questo semplice post su 105, che vi invito a leggere.

In sostanza, questo produttore ha deciso di dedicare il pack dei suoi prodotti, in collaborazione con l’associazione 4 Luv of Dog Rescue.

L’associazione si occupa di trovare loro una casa, mettendo le foto dei cani sulla lattina, per aiutarli a trovare un padrone.

E’ innegabile che l’attività che Fargo ha deciso di mettere in piedi, ha un bellissimo risvolto etico, ma anche di Marketing!

Già perchè se ne stiamo parlando, la verità è che dal North Dakota, questa iniziativa è arrivata fino in Italia, e più precisamente nella dispersa provincia rodigina (dove mi trovavo quando ho sentito la notizia..)

Quindi, a volto non sempre, le idee ben sviluppate possono dare un forte risalto al prodotto o all’iniziativa che si intende promozionare.

Questo storia mi fa venire in mente una cosa che disse un mio professore all’università: “non esistono idee sbagliate, esistono modi sbagliati di sviluppare le nostre idee”.

in questo caso, la notizia è diventata virale, portando una piccola società che produce birra artigianale, in giro per il mondo a farsi conoscere.

Quindi? Notorietà e Brand Awarness hanno avuto il loro lieto fine, ma.. i cani sono stati adottati? E sono state vendute più birre del solito? E soprattutto, qual’era il vero fine dell’attività?

Beh, dovrei intervistarli… magari ci proviamo e vi diamo notizie!!

Lascia un commento

Chiudi il menu